+39.06.58334070

AGRITURISMO LOUSADA | 1994-1996 S. Estevao de Barrosas, Lousada – Portogallo

Il sito è la punta estrema di una piattaforma a mezzacosta nella valle di S. Estevao, un punto di affaccio privilegiato sul paesaggio definito dalla verticale del campanile della Chiesa. La casa parrocchiale di due piani già preesistente, si sviluppa linearmente addossandosi alle curve di livello e il nuovo edificio costruito in continuità si colloca nel sedime delle ex stalle, mantenendo la torsione del muro esistente di supporto in granito. La nuova costruzione si configura essenzialmente come un progetto di suolo, essendo la sua copertura una terrazza sul paesaggio che fa da transizione fra le diverse quote del terreno, fra il giardino superiore e la tenuta agricola inferiore. Situata fra diverse quote la casa ha diversi ingressi ma il principale è situato in corrispondenza dell’ ombra della vite lungo la casa parrocchiale, laddove la    torsione fra le due geometrie è più evidente. Gli altri ingressi sono dalla terrazza attraverso la rampa al fondo del terreno di proprietà, e alcuni porte, accessi secondari, si collocano in corrispondenza della continuità fra spazi esterni e spazi interni.
Senza competere con la casa parrocchiale di cui è la naturale prosecuzione, la nuova casa si costruisce appoggiandosi al muro di pietra: è questa materia che definisce il rapporto fra il nuovo intervento e la preesistenza. Negli interstizi fra la pietra e la casa, la luce naturale reagisce evocando continuamente la spazialità esterna, in un contrappunto di spazi – patio – separazioni, che staccano la costruzione dal terreno risolvendo anche costruttivamente il nuovo edificio. La contrapposizione fra il muro in granito e l’ involucro bianco del nuovo edificio, cosiccome i punti di attacco fra le due parti in cui si definisce la loro reciproca identità geometrica e materica divengono anche il tema principale dell’interno. Questo accade in corrispondenza di una linea immaginaria che attraversa tutta la casa, parallela al corridoi delle stanze e tangente alla parete di vetro interna, lungo la quale vengono disposti in sequenza i quattro dettagli che “risolvono” l’architettura della casa: la porta esterna del cop- erto, la porta scorrevole del corridoio che registra le due larghezze della zona di circolazione della casa, la porta a vetri che separa la sala da pranzo dal soggiorno e che completa la  figura della nuova casa chiudendone l’angolo in corrispondenza della lesena d’angolo della casa antica. Linea che termina e si avvolge nella salita della scala a chiocciola che collega le due quote senza il rumore della salita sebbene sia in ferro, per la presenza di una gomma nascosta fra le due essenziali lamiere strutturali.

Ristrutturazione di una parte della casa parrocchiale e nuova casa: 250 mq
Sistemazione esterne: 10.000 mq

https://www.lauraperettiarchitects.com/wp-content/uploads/random_slideshow_034.jpg